HUSQVARNA CR 360 GP 1975

28 marzo 2017
089
« 2 di 12 »

HUSQVARNA CR 360 GP 1975 Replica Heikki Mikkola

LA MOTO

Questa Husqvarna 360 Cross Competizione 1975 è la stessa moto che ha permesso a Heikki Mikkola di vincere nel 1974 il Campionato del Mondo motocross classe 500. Nel 1974 e 1975 ha dominato tutti gli eventi off road, competizioni di motocross in pista e nel deserto ed era ritenuta la moto più performante, guidabile, e imbattibile nelle gare: gran motore, telaio ineccepibile, gran frenata, raramente si rompeva ma la cosa più impressionante era la leggerezza – soli 96 Kg e la guidabilità abbastanza evidente anche dall’estetica mai vista fino a quell’anno in nessuna moto di nessun marchio. Il progetto totalmente nuovo nasce nel 1973 con l’obiettivo di contrastare il dominio assoluto di Suzuki che per il terzo anno consecutivo si aggiudicava il campionato del Mondo di Motocross classe 500 con il pilota Roger De Coster. La sfida pareva impossibile in quanto i budget Husqvarna a disposizione confronto a quelli dei Giapponesi erano irrisori, ma i due Ingegneri Hurban Larson e Ruben Helmin (sopranominato ancor’oggi l’Einsten della progettazione delle Moto da Cross) a capo della struttura Svedese non si intimorirono e per tentare l’azzardo concretizzarono alcune idee semplicissime: 1- per ammortizzare l’investimento del progetto e della produzione il telaio fu utilizzato anche per le motociclette nella versione enduro, 2- il famoso motore siglato 2045 progettato per la GP utilizzata da Mikkola per partecipare al Campionato del Mondo fu lo stesso identico che i Piloti privati avevano a disposizione sulla motocicletta che potevano acquistare in concessionaria (la moto era identica, uniche varianti su quella ufficiale di Mikkola erano: la bulloneria in Titanio, in alcune gare l’utilizzo del carburatore Mikuni e ogni tanto testava nuove forcelle anteriori e ammortizzatori posteriori), questa operazione tecnico – commerciale ovviamente ha scatenato il desiderio di tantissimi motocrossisti che hanno fatto il possibile per acquistare la motocicletta come quella di Mikkola. Per ciò che riguarda l’aspetto tecnico, molto indovinata è stata la cilindrata di 360 cc perché comunque offriva una Gran Potenza 40 Hp – 8.000 rpm utilizzando un motore con progetto derivato dal 250 cc quindi molto leggero e stessa operazione riguardava il telaio (identico a quello del modello 250 cc).La Favola si concluse con la Vittoria del Campionato del Mondo di Motocross 1974 Classe 500 ovviamente Grazie anche alle Performance Tecnico Fisiche di Eikki Mikkola.Ma una delle componenti maggiori che rendeva questa moto la più desiderata dai piloti è stata senza dubbio anche l’estetica, il primo serbatoio piccolo, stretto e in alluminio rosso scuro con le bellissime cromature negli incavi per le ginocchia e il nero opaco che colora tutto il motore sono un grande classico di questo mito del motocross, tanto che alcuni importanti appassionati e esperti ritengono sia una delle Husqvarna più affascinanti in assoluto come del resto tutte le motociclette che vincono un Campionato del Mondo. Questo esemplare ha partecipato dopo il restauro ad alcune manifestazioni e concorsi di bellezza (solo espositivi) ed è risultata sempre molto ammirata.

SCHEDA TECNICA 

Motore: monocilindrico a 2 tempi raffreddato ad aria di 354 cc. rapporto di compressione 10,5:1 Alesaggio 82 mm corsa 67 mm 40-42 Hp – 8.000 rpm
Carburatore: Bing / Mikuni sulle Motociclette del Reparto Corse.
Lubrificazione: miscela benzina / olio vegetale 5%.
Accensione: Motoplat – candela Bosch 240-260.
Cambio: a sei rapporti, selettore lato sinistro.
Frizione: a dischi in bagno d’olio.
Trasmissione: primaria ad ingranaggi, secondaria a catena con pignone 13 denti e corona 53 denti.
Telaio: doppia culla in tubi d’acciaio al cromo molibdeno trattato a caldo.
Freno anteriore: tamburo laterale
Freno posteriore: tamburo laterale
Forcella anteriore: telescopica ad olio produzione Husqvarna.
Ammortizzatori posteriori: Girling regolabili.
Ruote: anteriore 3,00 x 21 – posteriore 4,00 x 18 / 4,50 x 18.
Serbatoio: in alluminio capacità 8 litri.
Peso a vuoto: 96 kg.

RESTAURO 

Il restauro conservativo (conservativo ma quasi totale) è stato eseguito in modo esemplare, perfetto e maniacale con una meticolosa cura per ogni dettaglio che identifica chi Ama Profondamente il proprio lavoro nel portare a termine queste uniche opere d’Arte.Sono stati seguiti tutti i manuali d’officina originali dell’epoca per essere consoni a tutti i criteri originali di fabbricazione. Sono anche state visionate circa 400 fotografie per raggiungere la perfezione anche nei minimi dettagli. I ricambi sono stati reperiti in Inghilterra, Stati Uniti, Svezia e Italia.Sono stati sostituiti tutti i componenti che risultavano essere usurati o danneggiati: cavi e guaine, decals, manubrio, slitta, rullo e tenditore catena, tappo serbatoio, filtro aria, lubrificante cambio, bulloneria, collettore aspirazione, corona, tabelle porta numero, pneumatici anteriore e posteriore, manopole, candela, ganasce freno anteriori e posteriori, frizione più tutta la minuteria ecc…. e revisionato – ricondizionato totalmente le parti che ho ritenuto fosse necessario: serbatoio, parafanghi, sella, leve comando, silenziatore, comando gas, quindi oltre a buona parte della parte telaistica – estetica (ben visibile) è stata totalmente revisionata anche tutta la meccanica (motore, cambio, frizione, carburatore) e le sospensioni anteriori e posteriori. Ma sono ancora Tanti i dettagli (molti dei quali purtroppo nascosti) trattati con Precisione Maniacale. 

CONSERVAZIONE e MANUTENZIONE

La motocicletta dalla fine del restauro è esposta, conservata e custodita all’interno di un’abitazione. Ogni 50 – 60 giorni vengono fatti girare a vuoto (smontando la candela) tutti gli organi meccanici. 1 – 2 volte l’anno viene messa in moto utilizzando miscela con olio ricinato come all’epoca, scaldata e percorso 7 – 8 km su strada asfaltata (no fuoristrada) e alla fine di ogni volta vengono vuotati serbatoio e carburatore. E’ stato confezionato su misura da azienda specializzata un telo copri moto in seta antipolvere, antigraffio e antistatico per migliorare ulteriormente la conservazione di questo Autentico Mito del Motocross.

ACCESSORI a CORREDO

Ho conservato alcuni ricambi originali che sono stati sostituiti e una consistente documentazione tecnica e fotografica riguardante la Motocicletta e del Campione del Mondo Hikki Mikkola oltre alla perizia dettagliata. Ho acquistato e restaurato un paio di stivali Gaerne Mikkola del 1975 replica esatta degli stessi che utilizzava il Campione del Mondo quando pilotava e vinceva con questa Husqvarna. In Inghilterra ho trovato la decalcomania originale (la potete notare sul parafango posteriore) che certificava la replica esatta della moto che ha vinto il campionato del mondo di motocross classe 500 1975 con Eikki Mikkola (si trattava di un piccolo gadget – optional che era stato consegnato ai distributori Husqvarna con la preghiera di attaccarlo alle moto che transitavano nelle officine per fare manutenzione). Ho fatto stampare e incorniciare alcune delle fotografie più significative dell’epoca.